CHI SONO LE BRAVE RAGAZZE?

Chi sono le brave ragazze? Quelle che sulla metro che cedono il posto all’anziano? Oppure quelle che abbassano lo sguardo sorridendo debolmente quando ti scoprono mentre le stai osservando? Oppure ancora quelle dal corpo filiforme e la faccia pulita che programmano ogni minimo evento, anche l’ora precisa in cui stendersi la crema sul viso prima … Leggi tutto

OSSESSIONE

Nicolas era davanti lo schermo del pc a farsi una pugnetta guardando il nuovo porno appena uscito di Gabbie Carter, la sua attrice porno preferita. Le smanettate che si sparava su di lei erano dure, focose. Il sentire quel PAC PAC PAC della mano che sbatteva contro il basso ventre quando l’arto arrivava alla fine … Leggi tutto

MESSAGGIO INTERGALATTICO

Ciao amico mio. Ti aggiorno sugli ultimi avvenimenti qui su Jaim. Intanto ti dico subito che non sono più pentito di essere venuto su questo pianeta da cui è abbastanza difficile venirsene via. Quando sono venuto me l’avevano detto che le risorse energetiche di Jaim erano scarse e che non esisteva fra Jaim e Delgu … Leggi tutto

LUSSURIA

Non ce la facevo più, volevo un cazzo dentro di me, volevo essere assolutamente riempita senza sosta di cazzi. Ne volevo uno nel culo grosso e lungo che mi facesse urlare come una pazza, volevo averne a disposizione uno davanti al viso così grande da doverlo afferrare con entrambe le mani per poterne imboccare solo … Leggi tutto

LA LINGERIE IN REGALO

Quella sera rientrai a casa di Dom stanca. Lo trovai sbracato davanti alla tv. Il clima era calco,l’estate era appena iniziata ma si preannunciava bollente.  – ciao mi disse – che vedi? – niente di che, un telefilm si voltò a guardarmi. La tshirt copriva appena un fisico scolpito dal lavoro dei campi. Mi piaceva … Leggi tutto

APPENA TRASFERITO

Mi ero da poco trasferito in una piccola cittadina alle porte di Torino, una di quelle cittadine nate per soddisfare la richiesta residenziale che la FIAT e il suo indotto negli anni ha portato nel capoluogo. Io arrivavo da un contesto molto diverso, un piccolo paesino di campagna, ma il lavoro mi aveva portato a … Leggi tutto

Tempi travagliati – Capitolo 1 – Perdere (e trovare) lavoro

Capitolo 1 – Perdere -e trovare- lavoro                   Era stato un periodo travagliato.     La crisi aveva portato molte aziende a chiudere o a ridurre il personale e quella dove lavoravo io aveva chiuso, di colpo; avevamo sì la sensazione che le cose non andassero troppo … Leggi tutto

VIDEOCHIAMATA HOT

Era tempo che non vedevo una donna, e le pulsioni cominciavano a farsi sentire.Un pomeriggio, annoiato, decisi di cambiare la mia situazione e cominciai a frugare nel web. Ancora non rassegnato a rivolgermi ai cari vecchi porno, mi imbattei in un forum alquanto particolare. Iniziai a frugare tra le discussioni, leggendo richieste di tutti i … Leggi tutto

LA GELOSIA DI MIA MOGLIE

Era passata più di una settimana dalle orge nella Spa AmoSodio (v. racconto Sesso di gruppo molto particolare). Ci volle qualche giorno perché mi riprendessi. Il culo, che il cerimoniere, con il suo cazzo maestoso, mi aveva sfondato, continuava a farmi male, e anche il mio cazzo, completamente svuotato dalle venute plurime nel corso dell’orgia, … Leggi tutto

LA SORPRESA

Oscar lavorava in finanza: quotazioni in borsa, innalzamenti e abbassamenti dello spread e cose così. La sua era una vita monotona, grigia, stressata. Mai un minuto fermo, sempre in costante movimento, con la mente che viaggiava a velocità inaudita per stare appresso alle aperture delle varie borse e con l’orecchio teso per carpire qualche informazione … Leggi tutto

CHAT E LESBICHE

Chiara e Leona, si sono conosciute per caso su Facebook una sera d’estate in cui entrambe non riuscivano dormire. Leona è una donna bisex di circa trentaquattro anni, una vera furia, piena di esperienze e di libido. Nonostante sia sposata, domina completamente il marito e riesce a mantenersi libera, per soddisfare ogni sua scappatella extraconiugale. … Leggi tutto

LA PRIGIONIA DI ANTONIETTA

Mentre la testa della baldracca che stringo fra le gambe si dimena nel vano tentativo di staccarsi da me, il grassone si avvicina gongolando. Stento quasi a riconoscerlo, ora che non indossa la giacca. Sembra un ometto insignificante, con pochi capelli e una pancia albina un po’ troppo prominente. Io, al confronto, sembro uscito da … Leggi tutto